skip to Main Content

La Voland nasce a dicembre del 1994 e pubblica i primi 3 libri ad aprile 1995, gli autori sono Tolstoj, Gogol’ ed Emilijan Stanev. Il marcato interesse per le letterature slave è da subito evidente, come dimostra anche il nome scelto, tratto dal romanzo Il maestro e Margherita, capolavoro del ’900 russo di Michail Bulgakov.
Animata dalla volontà di far conoscere culture e mondi affascinanti attraverso letterature poco esplorate ma di grande profondità, tra le proposte della casa editrice spiccano il bulgaro Georgi Gospodinov, raffinato prosatore e poeta tradotto in oltre 20 lingue, e vincitore di riconoscimenti internazionali tra cui il premio per letteratura europea Jan Michalski (2016); Mircea Cărtărescu, il più celebre autore romeno contemporaneo, che con Abbacinante. Il corpo ha vinto il Premio von Rezzori nel 2016; Zachar Prilepin considerato uno dei migliori prosatori di oggi soprattutto per la lingua innovativa ed evocatrice, degno erede dei grandi scrittori russi. Nel 2018, in occasione del centenario della nascita e dei dieci anni dalla morte dello scrittore russo premio Nobel per la letteratura Aleksandr Solženicyn, Voland ha pubblicato la prima traduzione integrale del romanzo Nel primo cerchio.

Accanto all’anima slava, la passione per la narrativa di qualità ha reso possibile la scoperta di Amélie Nothomb, dal 1997 fedelissima alla casa editrice che l’ha lanciata in Italia. Nel catalogo Voland voci mai scontate e dalle forti suggestioni: Alexandra David-Néel, Julio Cortázar, Georges Perec, Dulce Maria Cardoso, Stephanie Hochet, Edgar Hilsenrath, Javier Argüello, Philippe Djian, Esther Freud, André Schiffrin, José Ovejero, Carol Shields, Brigitte Reimann, Moacyr Scliar. Il desiderio è sempre quello di offrire ai lettori buona narrativa straniera, curandone in modo particolare la traduzione.

Back To Top