skip to Main Content

l Mediterraneo, mare e mito, ponte e frattura, città sacre e inferni di crudeltà, è lo spazio del viaggio editoriale che Mesogea ha intrapreso nel 1999 per conoscere e dar voce alle molteplici identità di un arcipelago di popoli, di culture, di storie spesso reciprocamente ignorati e rimossi.

Il progetto di Mesogea nasce e prende corpo a Messina, tra Scilla e Cariddi, un luogo che per noi è un richiamo alla responsabilità: qui si è costretti a fare continuamente i conti con mitologie remote e catastrofi quotidiane. Lo Stretto àncora e spinge al largo le nostre riflessioni, le fa sconfinare, ci educa a una continua dislocazione dei punti di vista e dunque a diffidare di ogni mediterraneità. Come Albert Camus, infatti, siamo convinti che la complessità dell’universo mediterraneo non possa essere ridotta a «nazionalismo del sole».

Nella geografia di segni e voci delineata dai nostri libri e dai nostri autori – dai saggi come dai romanzi, dai poemi come dalle graphic novel, dai classici del mondo antico come dai libri per ragazzi – cerchiamo di rendere leggibili le tracce di un viaggio di ricerca ‘dalla tradizione alla traduzione’ e la rotta di una ferma convinzione: fare libri è un esercizio di ospitalità.

Back To Top